27Maggio2017

La Voce

Sei qui: Home Anzio Anzio Politica ANZIO, IN CONSIGLIO COMUNALE, VENERDÌ PROSSIMO, LA DELIBERA PER L'ACQUISIZIONE A TITOLO NON ONEROSO DELL'AREA DI 16.200 MQ DELL'OSPEDALE MILITARE

ANZIO, IN CONSIGLIO COMUNALE, VENERDÌ PROSSIMO, LA DELIBERA PER L'ACQUISIZIONE A TITOLO NON ONEROSO DELL'AREA DI 16.200 MQ DELL'OSPEDALE MILITARE

VILLA SARSINA

Sarà all'ordine del giorno del Consiglio Comunale di venerdì 19 maggio la delibera per l'acquisizione, a titolo con oneroso, dell'area di 16.200 mq attualmente ubicata all'interno dell'Ospedale Militare di Anzio, adiacente alla pineta di Via Roma.
Dopo il formale parere positivo dell'Agenzia del Demanio della Regione Lazio per il trasferimento, in tempi velocissimi, gli uffici comunali hanno predisposto gli atti per che seguono anche la firma del protocollo d'intesa tra il Comune di Anzio ed il Ministero della Difesa che aveva assunto aveva assunto l'impegno a riconsegnare l'area statale al Demanio.


"In Consiglio Comunale - afferma il Sindaco di Anzio, Luciano Bruschini -, venerdì prossimo, discuteremo e voteremo un atto importantissimo per la conferma dell'attribuzione, a titolo non oneroso, dell'area che costituirà un grande polmone verde alle porte del centro cittadino. In fase di Bilancio consuntivo, nei prossimi giorni quindi, stanzieremo le risorse necessarie per un primo importante intervento che prevede la demolizione del muro lungo la pineta di Via Roma, la nuova recinzione ed un riassetto dell'aera che sarà attrezzata e messa a disposizione della cittadinanza con la realizzazione di un grande parco pubblico che stravolgerà, in positivo, l'ingresso al centro storico cittadino".
Il progetto punterà ad un percorso di rigenerazione urbana, mirato da un lato alla realizzazione di un'area green polifunzionale, fruibile, accessibile che restituirà alla Città di Nerone un ampio spazio verde in grado di stimolare le varie attività della cittadinanza e dall'altro ad incrementare i flussi turistici, attraverso la possibile creazione di uno "Smart Point Turistico" al suo interno.

Articolo pubblicato nell'edizione numero:1556