Albano, aggredisce i poliziotti armato di arco e frecce: arrestato 57enne

Roma - E’ accaduto lunedì scorso ad Albano: un romano di 57 anni, con vari precedenti, ha aggredito una coppia di agenti della Polizia di Stato, colpevoli - secondo l’uomo - di avergli sequestrato un’autovettura. Il 57enne, dopo aver atteso il rientro degli agenti, è riuscito ad introdursi nell’edificio dove li ha aggrediti fisicamente colpendoli con dei pugni.
Dopo essere stato bloccato dagli agenti intervenuti in soccorso, l’uomo ha però continuato a minacciare di morte la coppia di poliziotti.
In seguito al sequestro dei guanti e della forbici che l’aggressore aveva con sé, gli agenti li hanno denunciato e poi rilasciato.
L’uomo, però, è tornato a casa e dopo aver imbracciato un arco con tanto di frecce, si è appostato sotto l’abitazione della coppia di poliziotti in attesa del loro rientro a casa.
Mentre la donna aveva già fatto rientro nell’appartamento, il compagno stava tornando a casa in compagnia di un collega del commissariato di Marino libero dal servizio. Parcheggiata l’auto, i due agenti hanno subito notato l’aggressore che, nascosto dietro ad un palazzo osservava con attenzione l’abitazione della coppia.
Quando i poliziotti hanno cercato di bloccarlo, l’uomo ha puntato verso di loro l’arco armato di freccia, ma grazie all’ausilio di una pattuglia arrivata poco dopo, è stato definitivamente disarmato e arrestato.
Il 57enne romano, al termine della attività, è stato condotto presso il carcere di Velletri: dovrà ora rispondere di tentato omicidio, resistenza, minacce, lesioni a pubblico ufficiale e porto abusivo di armi. Perquisita l’abitazione infatti, gli agenti hanno trovato pistole, coltelli, spade, manganelli telescopici e un numeroso quantitativo di munizioni.


 

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*

Social

Facebook

Twitter

Instagram

@quotidianolavoce

Meteo

Oroscopo

Borsa

Camera dei Deputati

Guida TV