Nettuno, l’idea di Città nella discussione sui temi del Bilancio appena approvato

Il Consiglio Comunale si è concluso da poco. Il Sindaco Casto così si è rivolto all’inizio alla minoranza che, con la propria presenza, ha consentito nei numeri lo svolgimento del Consiglio: “Ringrazio le opposizioni per questo senso di responsabilità molto apprezzato. Purtroppo per motivi di lavoro e personali di quattro consiglieri non ci sarebbe stato il numero legale. Grazie dunque al senso di responsabilità dell’opposizione”.
Il Consiglio si è svolto intorno alla tematica del bilancio e a tutte le dimensioni che lo attraversano nel progetto di Città cui l’Amministrazione Casto sta lavorando. L’Assessore al Bilancio Filomena Paciello ha illustrato sinteticamente i dodici punti all’ordine del giorno dopo aver rivolto il suo personale grazie agli Uffici dell’Area Economico-Finanziaria, al Dirigente di riferimento, alla Commissione Bilancio, alla Giunta e al Sindaco per il supporto e il confronto costruttivo sui documenti. I punti discussi sono arrivati poco fa ad approvazione.
Nel corso del pomeriggio l’aula Consiliare si è soffermata su vari punti ma anche su alcune considerazioni generali che la discussione sul Bilancio porta ad emersione.
Il Sindaco Casto – sollecitato da osservazioni del Consigliere Eufemi sull’idea di Città – è intervenuto a lungo proprio sulla tematica descrivendo la visione di Città che l’Amministrazione pone in atto anche con lo strumento del bilancio oltre che con scelte programmatiche attuate finora: “L’idea di città, la visione di Città – e lo dico richiamando anche misure oggi in discussione come la tassa di soggiorno, o il piano per il recupero dell’evasione che ha dato straordinari risultati come i lavori inseriti per le strade, le opere pubbliche l’investimento su iniziative culturali – sono tutte azioni adottate verso un’idea di Città. Nettuno è a vocazione turistica anche se bisogna lavorare perché questo emerga fortemente affinché possa anche venir considerata tale; ma una Città dove la gente possa venire perché la trova un luogo attraente, non può prescindere da una visione culturale, da una visione urbanistica… E noi su questo piano stiamo lavorando da un anno e 8 mesi. Fra qualche giorno verrà cantierizzata la piazza della Stazione e il nuovo progetto è formulato in modo tale che diventi un luogo urbanistico e sociale che sia un biglietto da visita bello e pulito, più tranquillo e decoroso. Questo è un aspetto importante in un’ottica di visione della Città.
Come iniziativa culturale, fra le altre, abbiamo in cantiere un regolamento per gli artisti da strada, già discusso in Commmissione, e una delle novità che ho voluto personalmente è dare un’individuazione precisa dello stile musicale ideando un percorso turistico di natura musicale per attirare anche gente che ha un certo approccio alla cultura e incentivando – con la scelta dei periodi nella terza settimana di maggio e settembre - un turismo che non sia solo estivo. Abbiamo previsto lavori di rifacimento totale di molte strade al di là delle buche che rispondo ad interventi emergenziali. E’ arrivato un finanziamento per la ristrutturazione di Piazza Colonna al Borgo e lunedì prossimo verrà aggiudicata la gara per il recupero e la riqualificazione del fossato del Forte Sangallo; abbiamo avuto un contatto con il Mibac e ottenuto di inserire Nettuno in un percorso culturale anche su libri di natura scientifica a livello nazionale; abbiamo avuto il nostro Antiquarium inserito in percorso regionale di valorizzazione dei musei e degli antiquari comunali.
E’ vero, effettivamente bisogna crearla la Città sotto un profilo turistico dando un senso di cultura e realizzando luoghi turistici interessanti. Ma questo non si crea con uno schiocco di dita soprattutto in una situazione economica in cui non abbiamo trovato fondi, cosa nota a tutti.
Mi fa piacere che il bilancio sia la connessione fra l’eredità che ogni Amministrazione trova e quello che vuole porre in essere per cercare di portare avanti tutte queste idee. Non siamo così veloci come magari qualcuno si sarebbe aspettato. Andiamo per una strada irta di ostacoli, uno appresso all’altro e cerchiamo di andare dritto per dare una dimensione nuova ad una Città che merita tantissimo,anche e soprattutto sotto il profilo turistico".


 

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*

Social

Facebook

Twitter

Instagram

@quotidianolavoce

Meteo

Oroscopo

Borsa

Camera dei Deputati

Guida TV