Incendi, M5S Lazio: Dalla Regione politica ’last minute’ è obsoleta

"A estate ormai iniziata la Giunta Zingaretti ripropone sugli incendi una politica ‘last minute’ e obsoleta, con un Piano regionale antincendio aggiornato al 2018 solo su carta: formalmente, attraverso una semplice integrazione, garantisce l’adempimento della legge quadro nazionale (legge n.353/200) ma, da un punto di vista sostanziale, è basato ancora sulla programmazione triennale 2011-2014 elaborata con i dati del 2010. Non solo: l’aggiornamento del Piano regionale antincendi per il 2018 messo in atto da Zingaretti consiste in un documento, meramente operativo, per la campagna Antincendi Boschivi (AIB), che riporta la data dello scorso 21 giugno, ben oltre l’avvio del periodo di massimo rischio iniziato il 15 giugno". Lo dichiarano i consiglieri regionali del M5S in seguito all’audizione dei vertici regionali di Vigili del Fuoco e Protezione Civile in Commissione Tutela del Territorio, a cui era assente il presidente Zingaretti. "Solo grazie a delle informazioni aggiornate, a cominciare da quelle degli archivi del Catasto, si può avere una mappatura dei territori veritiera che può consentire alle squadre antincendio di intervenire a livello operativo in maniera efficace e puntuale – tuona Gaia Pernarella, consigliera regionale 5stelle in Commissione Tutela del Territorio - Non si può continuare ad operare in emergenza, senza una visione e senza diversificare gli interventi sulla base delle caratteristiche specifiche dei territori, inseguendo di volta in volta le esigenze del momento. E’ davvero irresponsabile da parte di Zingaretti non venire a riferire in Commissione su un tema prioritario come questo. Evidentemente gli impegni per la sua costante corsa alla segreteria del Pd lo infervorano molto di più del Piano antincendi per il Lazio, fondamentale per la tutela di ambiente, salute e sicurezza dei cittadini. Chiediamo - conclude Pernarella – che la programmazione annuale antincendi sia basata su dati reali e si concluda entro il dicembre dell’anno precedente e che la Regione vigili sull’attività dei Comuni e Province, tenuti a trasmettere i dati aggiornati al governo regionale".


 

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*

Social

Facebook

Twitter

Instagram

@quotidianolavoce

Meteo

Oroscopo

Borsa

Camera dei Deputati

Guida TV