FONTANA TREVI, ASSOTURISMO ROMA: NO A CONTINGENTAMENTO TURISTI

Assoturismo Roma fa sapere in una nota "che è contraria al contingentamento dei turisti per la visita a Fontana di Trevi così come ipotizzato dal governo capitolino per la salvaguardia del monumento". Parla il segretario del turismo di Confesercenti Roma e Lazio che tra l’altro è anche storico dell’arte, Daniele Brocchi: "Siamo assolutamente contrari al contingentamento dell’area per la visita a Fontana di Trevi. La fontana insiste in una piazza pubblica è parte della decorazione del palazzo Poli e quindi deve essere ammirata dai turisti e dai cittadini”. "Assoturismo - si legge ancora - rivendica semmai il fatto della mancanza di controlli permanenti e severi". Continua Brocchi: "non è possibile che si possa arrivare fin sopra i marmi scolpiti della fontana, che si possa mettere i piedi a bagno o addirittura che intorno alla fontana ci sia un Suk di abusivi. Servono i controlli permanenti con multe salatissime”. "Un contingentamento alla fontana creerebbe seri problemi per l’organizzazione dei tour, come già comincia a crearlo il nuovo piano bus varato dall’assessorato alla mobilità del Campidoglio - Conclude Brocchi -. siamo favorevoli invece oltre che ai controlli permanenti, ad un percorso obbligato, veloce senza sosta che possa far usufruire della fontana senza approfittare in maniera spregiudicata di questo bene prezioso. Per il percorso basta un semplice corridoio fatto di transenne a norma e non progetti di arkistar".


 

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*

Social

Facebook

Twitter

Instagram

@quotidianolavoce

Meteo

Oroscopo

Borsa

Camera dei Deputati

Guida TV