Minori, firmato in Questura protocollo d’intesa per accoglienza e identificazione

Con la firma del protocollo d’intesa tra la Questura di Roma, il Dipartimento Politiche Sociali del Comune di Roma e la Polizia Locale Roma Capitale, è stato dato avvio alla nuova procedura da attuare nei casi in cui un minore, trovato sul territorio della capitale, in situazione di difficoltà debba essere accolto e protetto. La nuova procedura, applicabile quindi anche ai minori stranieri non accompagnati, prevede l’istituzione di un Centro di Primissima Accoglienza (CPsA), gestito dal Dipartimento Politiche Sociali, all’interno del quale lavoreranno educatori, mediatori culturali, assistenti sociali e psicologi, presso il quale il fanciullo verrà collocato appena ultimata, se strettamente necessaria, l’identificazione. Il protocollo si prefigge di snellire in maniera drastica i tempi burocratici per l’individuazione di strutture idonee all’accoglienza ottenendo così il duplice risultato di una tutela più consona alle condizioni del minore ed una drastica riduzione dell’attesa per le pattuglie della Polizia di Stato che, in tempi brevi, potranno riprendere il controllo del territorio.


 

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*

Social

Facebook

Twitter

Instagram

@quotidianolavoce

Meteo

Oroscopo

Borsa

Camera dei Deputati

Guida TV